Teatro di Acquapendente

Le origini del Teatro Boni risalgono  al lontano 1802, quando importanti famiglie del paese fecero costruire, sul preesistente Teatro dei Granai al numero 9 di Piazza Regina Margherita, una struttura denominata Teatro dell’Orto, denominazione dovuta alla localizzazione di un un orto di proprietà del Convento di Sant’Agostino nella piazza antistante. Nel 1869 il Teatro viene dichiarato inagibile e rimane inattivo fino al 1895, quando il nuovo proprietario Tommaso Boni decide di ripristinarlo, prevedendone una ricostruzione quasi totale. Dalla sua riapertura nel 1897 (all’epoca l’inaugurazioe avvenne con “La Favorita” di G. Donizetti) il Teatro rimane in attività fino alla metà degli anni ’80, per poi rimanere inattivo fino al 2005 quando l’acquisto e il restauro da parte del Comune di Acquapendente lo ha riportato all’antico splendore. La nostra opera di ristrutturazione, consistita nella quasi totale ricostruzione degli ambienti e della copertura, oltre alla ripresa degli stucchi, con l’ ausilio di maestranze specializzate.Particolare cura è stata necessaria nella scelta degli arredi, dei tendaggi e dell’ illuminotecnica. L’ intera opera di restauro ne ha mantenuto le caratteristiche ottocentesche, andando nel contempo incontro alle moderne esigenze di spettacolo e sicurezza fondamentali per la diffusione di questa pregiata e magnifica forma d’arte

1