Convitto Nazionale di Macerata

Il Complesso edilizio denominato ” Convitto Nazionale” oggetto di intervento, era sede della Chiesa di S. Maria della Grazie. Dopo varie modifiche, susseguitesi  nel corso dei secoli, nel secolo scorso il complesso è stato adibito a Convitto Nazionale.L’ edificio,ha forma quadrangolare , si sviluppa su 4 piani per una superficie complessiva di mq.3000, ed un volume di mc. 60000, circa. E’ costruito interamente in muratura legata a calce del tipo a sacco. La facciata Est, realizzata nell’ 800 è totalmente in laterizi non omogenei, che presentavano vari punti di disgregazione, il cui recupero è stato parte dell’ intervento di Restauro, che è stato volto maggiormente a risolvere i dissesti causati dagli ultimi eventi sismici di cui la città di Macerata è stata protagonista, è stato eseguito nell’ ottica del recupero dei caratteri storici, architettonici ed artistici del manufatto. Una volta eseguite le dovute opere di adeguamento sismico, si è provveduto al rifacimento degli ambienti dedicati al Convitto e delle facciate.